Vita

GODITI IL SILENZIO

Il silenzio è la culla di tutti i pensieri, è quella cosa che fa sì che tutto ciò che abbiamo in testa venga fuori, è l’Habitat naturale della nostra mente. Non credo ci sia dimensione migliore del silenzio per riuscire ad avere la giusta simbiosi tra il nostro io interiore e quello esteriore.

C’è troppo chiasso in questo mondo per non dar peso al silenzio.

Silenzio

Sembra urlare ogni cosa, qualsiasi cosa che i nostri occhi possono vedere urla, un continuo rumore che ci impedisce di pensare. Accendiamo la tv e l’eco dell’odio in giro per il mondo ci risuona in testa, per strada il rumore costante delle automobili sembra essere diventato il sottofondo delle nostre vite, le grida delle persone che hanno bisogno di alzare la voce per dare un segno della loro esistenza stride col nostro bisogno di intimità, i social sono pieni zeppi di parole vuote che ormai hanno anche perso il loro significato. Intorno a noi il silenzio non esiste più. E credetemi, senza di esso siamo destinati a perdere il filo logico dei nostri pensieri, a credere che non sia più necessario ritagliarsi uno spicchio di tempo semplicemente per riflettere su ciò che abbiamo in testa e dargli il giusto sfogo.

Quando tutto tace è il momento in cui possiamo capire e percepire di cosa abbiamo bisogno, è il nostro corpo che perde la forma e si fonde con la mente. Il silenzio è una necessità da cui troppe persone scappano.

Ci si perde nel chiasso che fa la vita e si finisce per ritrovarsi quando tutto tace. Ma ritrovarsi è come vagare nel bosco a mezzanotte seguendo un sentiero buio con la paura che da un momento all’altro possa succedere qualcosa.

Il silenzio ci mette faccia a faccia con noi stessi, è uno specchio rotto in mille pezzi che ci riflette da migliaia di angolazioni, che riesce a scoprirci sotto infiniti punti di vista e se provi a non ascoltarlo rischi di farti male. Ogni pezzo di vetro riesce a toccarti in un punto diverso della mente, e si sa, se non lo togli via, quel dolore sordo ti accompagnerà anche quando del silenzio non ci sarà neanche l’ombra.

Una lunga terapia di lunghi silenzi ci divide dalla leggerezza che può donarci la vita.

Godetevi il silenzio finché avrete la forza di farlo. Non esiste alleato migliore che possa tendervi una mano quando più ne avrete bisogno.

Chi ha paura del silenzio ha anche paura di sé stesso, ha la paura di non saper affrontare le domande che da esso nascono, perché è nel silenzio che la delicatezza del nostro animo si manifesta nel massimo della sua fragilità.

Ma il silenzio non sa chiedere scusa, non bussa alla tua porta in modo che tu possa essere preparato al suo arrivo, la porta la butta giù. Arriva vestito d’incertezza per sedersi davanti a te facendo svegliare tutti i dubbi che sornioni scappano via dalla nostra presa, ci scivolano dalle dita e prepotenti corrono ad intralciare la nostra serenità. Il silenzio non è un amico, piuttosto potrebbe essere il nostro più grande alleato.

Ogni qualvolta esso riesce a prendersi un frammento della nostra vita, inevitabilmente, in noi qualcosa cambia.

Nelle circostanze in cui dovremmo parlare e invece le parole ci si strozzano in gola, quando i pensieri fanno a pugni tra di loro e delle semplici parole non basterebbero per spiegare cosa abbiamo dentro, mentre la vita scorre veloce e non ci rendiamo conto di quel che sta accadendo. È in tutte queste circostanze che in noi si crea una spaccatura e tutte le nostre crepe vengono riempite dal silenzio.

Le nostre menti traboccano di pensieri. Come un sublime flusso che impetuoso scorre attraverso i nostri occhi e va a terminare la sua corsa dentro le nostre teste. Non smetteremo mai di donare pensieri alla mente, non smetteremo mai di aver bisogno del silenzio per rimettere tutto in ordine.

Goditi il silenzio

Tutto si riduce a quel momento in cui, da soli con noi stessi, ci ricongiungiamo con il nostro cuore ascoltando l’eco della nostra anima che rimbomba nella mente rimandandoci indietro briciole di memoria.

Godetevi il silenzio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *